Notte della città verde su Radio Impegno

Stasera in onda “Notte della città verde” su Radio ImpegnoRadio Città Futura, un evento organizzato da Carteinregola. Si parlerà del Regolamento del verde del Comune di Roma, dello spazio pubblico, dei modi di viverlo e curarlo, di orti urbani, di piante selvatiche, di idee e di cittadini che si prendono cura degli spazi verdi dei propri quartieri. Tra gli interventi anche quello del presidente della nostra sezione Paolo Picchi.
Per partecipare/telefonare in diretta scrivere all’indirizzo laboratoriocarteinregola@gmail.com

http://www.carteinregola.it/…/2728-marzo-notte-della-citta…/#

AIAPP Architettura del Paesaggio #aiapp #aiapplams #architetturadelpaesaggio #landscape #spaziopubblico #regolamentodelverde #ortiurbani #cittadinanzaattiva #radioimpegno

di aiapplams Inviato su 2011

Verde e Paesaggio urbano. Roma ha bisogno di un Regolamento

 

AIAPP, sezione Lazio Abruzzo Molise Sardegna, con le altre importanti realtà impegnate per la preservazione dei territori di Roma e della Regione Lazio, ha contribuito alla redazione di una proposta per il Regolamento del Verde e del Paesaggio Urbano, di cui, attualmente, la città è sprovvista.

pini

Il Coordinamento dei comitati e delle associazioni per il Regolamento del Verde e del Paesaggio Urbano di Roma si fa promotore di una importante iniziativa: sollecitare le Istituzioni capitoline a realizzare un regolamento del verde e del paesaggio urbano di cui, attualmente, la città è sprovvista.
Il testo è stato consegnato all’Assessorato alla Sostenibilità Ambientale del Comune di Roma e le associazioni hanno redatto una nota congiunta per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’argomento e fare pressione sugli organi competenti.

 

Comunicato Reg Verde def 2017_02_03.jpg

Download Comunicato Regolamento del Verde e del Paesaggio urbano di Roma
Continua a leggere

Marcia degli alberi 2017

Una bellissima manifestazione oggi al Parco Archeologico di Centocelle.

Pronti per la marcia degli alberi! Anche AIAPP Sezione Lazio Abruzzo Molise Sardegna tra i partecipanti insieme a tante associazioni e comitati che si dedicano alla difesa del paesaggio. Passeggiando lungo le vie del quartiere Centocelle a Roma si raggiunge il Parco Archeologico di Centocelle e di mettono a dimora gli alberi che i fitofori hanno simbolicamente portato, riproponendo l’immagine della foresta che cammina.

L’edizione 2016 è dedicata a Mauro Masullo, che Paolo Picchi, presidente della nostra sezione, ha ricordato nel suo intervento.

 

15168878_1332704900083430_900865639285317114_o.jpg

15252624_1333786583308595_2480072349775135246_o.jpg

15167542_1333786163308637_7655299700239317851_o.jpg

di aiapplams Inviato su 2011

L’attività di Aiapp Lazio – Dai Micro-paesaggi urbani ai Paesaggi del quotidiano

IMG_3286

Visto che siamo prossimi al Convegno Nazionale Aiapp 2014, con tema “IL PROGETTO DI PAESAGGIO: MOTORE DI SVILUPPO ECONOMICO” che si svolgerà fra pochi giorni venerdì 13 dicembre dalle 09:00 presso il MACRO di via Nizza, presentiamo il video “Paesaggi in Scala” che sintetizza l’attività della sezione Lazio, Abruzzo, Molise e Sardegna di Aiapp.
Il video ripercorre la partecipazione della sezione ai molteplici eventi di paesaggio che si sono succeduti negli ultimi due anni nel centro Italia.
Speriamo che possa essere di ispirazione per coloro che amano il paesaggio e che forse hanno voglia di associarsi ad Aiapp, l’unica Associazione di Architettura del Paesaggio italiana.

Francesco Tonini

Paesaggi e Archeologie – mini documentario delle giornate AIAPP Lazio “Giardini e Paesaggi aperti 2013

archeo-e-paesaggio-2013

Lo scorso 13 e 14 aprile 2013, l’Aiapp sezione “Lazio, Abruzzo, Molise e Sardegna” ha organizzato tre visite su percorsi archeologici e paesaggistici di rilievo, in occasione della seconda iniziativa Giardini Aperti inaugurata con la fortunata edizione del 2011.
Il breve video che trovate in fondo alla pagina è composto di tre parti, ognuna corrispondente ad una delle visite organizzate:

Un percorso infra-cittadino, Archeologie del Quotidiano, che si è snodato sull’itinerario delle mura Serviane
Un percorso peri-urbano, che ha svelato il patrimonio storico e paesaggistico del Parco della Caffarella
Un percorso in periferia fra agro-romano e città, che ha portato i visitatori dalla passeggiata del Mandrione al Parco di Tor Fiscale.

Tre itinerari suggestivi, con tanta, tantissima storia, dove l’archeologia ed il paesaggio si fondono per ricordarci ancora una volta quanto la città eterna, Roma, sia unica.

Francesco Tonini

Martì Franch Batlori – paesaggi recuperati – video estratto della conferenza del 18-03-2013

invito_Franch

La particolarità di tutti i paesaggisti che sono venuti in Italia per esporre il loro lavoro è la forte connotazione concettuale che pongono alla base della loro professione. Tutti i grandi paesaggisti hanno una filosofia di vita, un credo in cui ripongono le loro speranze con passione, che trasferiscono come elemento generatore nei progetti per cui vengono chiamati a valorizzare i paesaggi precedentemente degradati da attività umane non compatibili. Come ha detto Franco Zagari durante la conferenza del paesaggista spagnolo Martì Franch Batlori, promossa dall’Aiapp Lazio e tenuta lo scorso 18 marzo presso l’aula magna di via Gramsci della Sapienza, è da molti decenni che non esistono paesaggi totalmente naturali, semmai solo paesaggi ri-naturalizzati. Il progetto che Martì Franch è venuto ad esporre a Roma, vincitore del premio della Biennale del Paesaggio di Barcellona del 2012, è proprio un progetto di ri-naturalizzazione, di recupero di una area a forte vocazione naturale, entrata a fare parte del Parco Naturale Cap de Creus istituito alla fine del secolo scorso proprio per valorizzare le potenzialità di un tratto di costa mediterranea unico. E, come dimostra il premio, tale progetto non avrebbe potuto essere assegnato ad altri che a Martì Franch, classe 1971, che ancora trentenne ai tempi della realizzazione di questo intervento di Cap de Creus, aveva già ben chiara la linea progettuale da assegnare alla propria carriera di paesaggista: rispetto assoluto per l’ambiente, economia di materiali, risparmio di energia, utilizzo di finanze ridotto al minimo e soprattutto grandissima capacità di dosare i segni progettuali sul territorio, in modo da renderli chiari ma al limite della impercettibilità.
Nel video sotto trovate le quasi due ore della conferenza in cui Martì Franch ha parlato in uno spagnolo molto comprensibile, basta fare un po’ di orecchio alle prime parole….
Buon viaggio.

Francesco Tonini